Ritorno al Futuro. DeLorean DMC-12

Nel 2008 Francesco Mandelli (attore, I Soliti Idioti) e Alessandro Cattelan (conduttore, X Factor), allora entrambi VJ di MTV Italia, partirono verso gli Stati Uniti per un programma che si chiamava Lazarus (quasi tutte le puntate del programma sono visibili su YouTube) e che rimane ad oggi il miglior programma televisivo mai prodotto in Italia negli ultimi 10-15 anni.

La premessa era semplice. Un viaggio a tappe per gli U.S.A. nei luoghi dove sono nate o vissute o morte alcune fra le più leggendarie icone culturali degli ultimi 100 anni, per capire se sarebbero ugualmente diventate leggende anche se non fossero schiantati giovani. Marilyn Monroe, Tupac Shakur, Jimi Hendrix, Jim Morrison, Elvis Presley, Martin Luther King, Kurt Cobain e la lista continua. Al di là dell’innegabile talento e impatto culturale, quanto ha contribuito la loro morte prematura e quasi sempre violenta e drammatica a renderli immortali nell’immaginario collettivo?

Ma la mia domanda è; ci sarà mai un altro Elvis? Avremo mai un’altra Marilyn? Probabilmente no.

Il mondo odierno è veloce e impaziente. YouTube, Blogger, WordPress, vari Talent Show fanno emergere bombe mediatiche da 100 milioni di visualizzazioni in 3 giorni, salvo poi dimenticarsene nel giro di qualche anno. Quando va bene.

Lo stesso vale per le auto. Prendete Ferrari, dalla F40 fino alla F50 per esempio, un decennio in cui ogni auto del Cavallino ha vissuto di luce propria. Ognuna diversa e impossibile da mescolare con un’altra. E poi? Certo La Ferrari LaFerrari e la Enzo sono uniche, ma quanti di voi sarebbero in grado di riconoscere all’istante una 430 da una 360? E una 458 da una 488? E nessun marchio d’auto è più iconico di Ferrari quindi figuriamoci gli altri.

Sicuramente non vi sarà sfuggito (ho contato circa 27 post dei miei contatti su Facebook solo dalle 10 a.m. alle 10.20 a.m.) che pochi giorni fa, il 21 Ottobre 2015, è quella che appare sulla macchina del tempo in Ritorno al Futuro (parlando di icone, questo film lo è).

La macchina del tempo in questione è la DeLorean DMC-12. Prodotta dalla defunta DeLorean Motor Company dal 1981 al 1983, ne esistono ad oggi solamente 7.000 circa in tutto il mondo.

73-DeLorean-DMC12-DV-09_CI-02

La DMC-12 originale montava portiere ad ala di gabbiano e carrozzeria di acciaio inossidabile non verniciata, era equipaggiata con un V6 di derivazione Volvo-Renault (non esattamente una combinazione corsaiola) che da nuovo garantiva 130 cavalli. Quindi a un eventuale test su banco oggi, credo che nessuna DeLorean ancora intatta sarebbe in grado di sviluppare più di 100 cavalli. Ufficialmente, l’auto garantiva uno 0-100 in 8,8 secondi, ma nei test effettuati non ha mai fatto meglio di 10. In termini motoristici moderni, da zero a cento in oltre 10 secondi equivale a camminare.

Era un’auto complessa e avanguardista sotto certi aspetti, anche troppo forse. Un progetto che oggi probabilmente non uscirebbe dal foglio sul quale è stato disegnato. Eppure, nel 2015, a 30 anni esatti dal film che la resa famosa siamo ancora qui a ricordarla come uno dei prodotti più interessanti e affascinanti della storia dell’auto.

Così come la DeLorean e così come la saga di Ritorno al Futuro, sono un prodotto degli anni ’80, non ero ancora nato nel 1985 ma mi vanto comunque di far parte dell’unica generazione che è riuscita a godersi la vita senza tecnologia ma che allo stesso tempo non ha dovuto fare alcuna fatica per adattarsi… ma tanto è inutile che continui a scrivere, state probabilmente leggendo questo dal vostro iPhone e sarei onestamente sorpreso se steste ancora leggendo. Così come sarei sorpreso se in questo momento non steste cercando “steste” con un app dizionario sul vostro smartphone per verificare che il congiuntivo imperfetto del verbo stare è proprio “steste”.

 

maxresdefault (5)

 

— — — — — — —

categoria: auto/news

testo: Ale S.

foto: Getty

— — — — — — —

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...